Helpdesk
English Flag

Google presto compagnia telefonica? - Web Prato

Google presto compagnia telefonica?

Google sembra sia pronta ad entrare a far parte degli operatori mobili, offrendo un servizio completo che dovrebbe riguarda sia la connessione al web che la possibilità di fare delle chiamate e sfruttare altri tipi di servizi ad esso simili.
La notizia, divenuta popolare su tutta la rete, ha iniziato a circolare nel momento in cui Google ha aperto un sito web relativo ad una sua nuova app, la quale dovrebbe essere utile per poter sfruttare al meglio questa tipologia di servizi.
Ecco in cosa dovrebbe, a breve, lanciarsi il colosso del web di Google.

Google ed il suo nuovo progetto.

Google ha deciso di mantenere il silenzio riguardo al progetto che, a gennaio, è stato annunciato, ovvero quello che riguarda l’entrare a far parte del mondo della connessione mobile, fornendo servizi interessanti agli utenti.

Era da gennaio che Google aveva in mente di fare un passo in avanti nel mondo della tecnologia, ovvero quello di approdare nel mondo del servizio dati senza operatore fisso.
Dal momento in cui la notizia venne diffusa sul web, Google ha sempre cercato di essere vaga, senza dunque dare tantissime notizie.

Si è parlato per diverso tempo di questa potenziale iniziativa di Google, la quale ha deciso di avviare diversi rapporti commerciali, i quali però non sono mai stati approfonditi in maniera completa sul web.

Questo di conseguenza ha aumentato le ipotesi ed i dubbi da parte degli utenti, che curiosi come non mai, hanno cercato di reperire un grande numero di informazioni, che appunto sarebbero state utili per capire in cosa sarebbe consistito il nuovo servizio.

Da gennaio fino al mese di marzo dunque si è saputo ben poco da parte di Google, che non ha voluto entrare nei particolari, lasciando dunque che gli utenti eseguissero delle ricerche autonome sul web.

Il modo di fare di Google però non è stato apprezzato al cento per cento, visto che le speculazioni ed i rumors si sono fatti sempre più insistenti.

Addirittura si è pensato che il progetto fosse stato abbandonato, quanto improvvisamente, sul web, è spuntato il concetto di Project Fil e Nova, che di fatto ha aumentato le speranze degli utenti, i quali hanno iniziato a cercare nuovamente delle informazioni relative al nuovo progetto ed a tutte le sue speculazioni.

Ma effettivamente di che cosa si tratta questo progetto e brevetto creato da parte di Google, e perché questo potrebbe essere veramente interessante e cambiare il concetto di navigazione sul web, nonché potrebbe permettere a Google di potersi facilmente imporre anche come futuro provider?

E che tipo di servizi verranno offerti da Google, qualora il progetto denominato Fil o Nova dovesse andare in porto nel giro di pochissimo tempo?

Il concetto di MVNO

Questo è il concetto di MVNO, ovvero il nuovo progetto sul quale Google pare stia lavorando da diverso tempo, e grazie al quale la sua popolarità potrebbe esplodere definitivamente.

Google decide di entrare a far parte, sempre che il progetto vada in porto, nella stretta cerchia di coloro che offrono un servizio MVNO: ma di che cosa si tratta nello specifico?
Questo servizio, che significa Mobile Virtual Network Operator, ovvero operatore virtuale di rete mobile, funziona in maniera molto semplice: chi offre questo servizio può operare senza avere le infrastrutture necessarie per poter effettuare appunto la diffusione di questo servizio.

In Italia sono tantissimi gli operatori che lavorano in questo modo: ad esempio Postemobile si appoggia sulle reti della Vodafone e della Tim, così come la Conad e la Carrefour, nel momento in cui sono entrate a far parte di questo mondo, hanno deciso di sfruttare le linee della Vodafone per poter offrire ai clienti un servizio di connessione mobile, servizio che offrono appunto le compagni telefoniche note a tutti.

L’unica differenza del servizio consiste appunto in questo: Google infatti si dovrebbe appoggiare ad una compagnia telefonica che sarà in grado di erogare, a livello globale, il suo servizio.

E’ importante sottolineare come inizialmente Google pensava di offrire il servizio solo sul suolo statunitense: questo ha creato diverse polemiche, in quanto anche tutti gli altri paesi vogliono l’opportunità concreta di poter usufruire di tale servizio.

Per questo Google ha impiegato diversi mesi prima di rilasciare il servizio, o per meglio dire di annunciarlo e lasciare qualche altra piccola notizia, che ha permesso a molte persone di poter tirare un sospiro di sollievo, in quanto moltissimi paesi potranno sfruttare al massimo il servizio che verrà offerto proprio da Google.

Ancora però sono assenti dei dettagli importanti, che di fatto rendono difficile capire che tipo di offerte o servizi effettivamente verranno offerte da Google, e se queste verranno, in un qualche modo, come imposte dalle compagnie telefoniche con la quale la Google ha deciso di collaborare sotto questo punto di vista.

Sarà importante capire dunque come si comporterà Google, e come l’azienda deciderà di comportarsi, ovvero se sottostare a determinate tipologie di offerte e promozioni, oppure se magari creare delle offerte particolari senza che vi siano problematiche di questo genere.

Solo quando il servizio di Google verrà attivato dunque sarà possibile dare tutte le risposte a questi quesiti, che finalmente saranno finalmente risolti.

Nel frattempo, per quanto riguarda appunto i servizi offerti, è possibile parlare solo di potenziali supposizioni, visto che non vi è ancora nulla di certo.

Project Fil, Nova e Tycho: tre nomi per un futuro servizio

Questi sono i tre nomi che ruotano attorno alla figura di Google e del suo futuro progetto, che permetterà agli utenti di sfruttare Google come compagnia telefonica.

Sono questi i tre nomi che, ultimamente si accostano con prepotenza al nome di Google, visto che il suddetto servizio risulta essere ormai ben chiacchierato sul web.

Il nome Project Fil rappresenta il servizio di telefonia che verrà offerto da Google: il nome scelto da parte della compagnia dunque rimane confermato al cento per cento, anche se inizialmente si pensava che questo nome fosse frutto delle speculazioni che ruotavano attorno al servizio di Google.

Le chiamate e la navigazione sul web, anche se non confermate al cento per cento, si uniranno perfettamente sotto questo nome, così come tutti gli altri servizi che verranno offerti da Google, che lentamente si trasformerà dunque in una vera e propria compagnia telefonica a tutti gli effetti.

Il secondo nome che viene accostato da parte degli utenti a Google, nel momento in cui ci si riferisce a questo particolare servizio, risulta essere il nome di Tycho.

Questa rappresenta invece l’applicazione che dovrà essere utilizzati dagli utenti nel momento in cui vogliono conoscere ogni tipo di consumo: quest’applicazione infatti avrà la funzione di contattore, e questo permetterà agli utenti di poter facilmente tenere sotto controllo la situazione, ovvero di poter essere sempre informati sul consumo che viene effettuato.

L’applicazione ha anche assunto il ruolo di traditrice per la Google: questo per il semplice fatto che, nel momento in cui questa venne creata, venne quasi subita scoperta dagli utenti del web, i quali navigando sul web riuscirono a capire di cosa si intuisse il programma.

Questo ha dunque portato Google a dover rivelare, anticipatamente, in cosa consistesse tutto il processo di creazione, e soprattutto per cosa questa particolare applicazione. Le novità di Google dunque sono durate ben poco, visto che in pochissimo tempo si è venuto a scoprire tutto quello che riguardava la suddetta applicazione ed i futuri progetti di Google stessa.

Un terzo nome che invece è da associare al progetto di Google, che la trasformerà di fatto in una vera e propria compagnia telefonica, risulta essere il nome di Nova: questi altri non sono che dei server sui quali si baserà il servizio offerto da Google, e sui quali ovviamente si poggeranno anche le applicazioni che verranno successivamente rilasciate oltre a Tycon.
Google dunque decide di fare le cose in grande, visto che non ha perso tempo e soprattutto è stata in grado di organizzare tutto in maniera segreta, se non per l’applicazione, oggetto della scoperta del servizio da parte degli utenti stessi.

A questo particolare servizio vengono associati anche altri diversi nomi, i quali per ora sono tutt’altro che confermati, visto che e le speculazione riguardanti le varie compagnie telefoniche sulle quali si appoggerà il servizio di Google sono tantissime

Ancora dunque non è ben chiaro su quale particolare compagnia Google deciderà di fare affidamento, anche la più gettonata, almeno fino ad ora, risulta essere quella di Sprint e T Mobile, che si giocano il posto di compagnia telefonica sul quale appunto Google farà affidamento.

Inoltre, tra i potenziali nomi vi è anche quello di Hutchinson Whampoa, la quale permetterà a Google di operare anche sul suolo europeo, visto che questa sarà in grado di collaborare coi gestori della Tre e altri operatori sul suolo europeo stesso.

I partner commerciali di Google dunque sono diversi e tanti, ed ognuno di essi permetterà ai vari paesi mondiali di poter sfruttare questo particolare tipo di servizio, anche se ora non si conoscono eventuali costi del servizio ed altre specifiche tecniche simili.

Cosa offrirà Google ai suoi clienti

Google dovrebbe offrire differenti servizi ai suoi clienti, che potranno sfruttare le offerte della stessa Google come accade con le altre compagnie telefoniche note a chiunque.

Resta da capire in cosa consisterà il servizio che Google offrirà ai suoi clienti, e quanto saranno i costi che si dovranno sostenere per poter sfruttare al meglio il servizio di Google.
Per quanto riguarda l’abbonamento, essendo ancora un servizio che deve essere messo a punto da parte di Google, e quindi non ancora attivo, il costo dell’abbonamento risulta essere sconosciuto.

Solo nel momento in cui tale servizio verrà reso pubblico, ovvero verrà lanciato, i costi che Google deciderà di applicare ad essi verranno conosciuti da parte di coloro che intendono sottoscrivere un abbonamento.

E’ importante tenere presente che Google potrebbe suddividere il costo dell’abbonamento con la compagnia telefonica sulla quale si appoggerà, anche se questa risulta essere un’altra speculazione che sta prendendo forma sul web.

I servizi che offrirà Google come compagnia telefonica riguarda in primo luogo la possibilità di connettersi al web coi propri dispositivi mobili: gli utenti infatti potranno utilizzare i Giga ed i dati connessione offerti da Google e poter navigare sul web in un qualsiasi modo e da qualsiasi luogo.

Ancora non è chiaro se Google sfrutterà la linea 3G oppure 4G, in quanto sotto certi punti di vista la compagnia è rimasta molto vaga.

Gli utenti saranno in grado di verificare il traffico dei dati che viene effettuato, ovvero sarà possibile verificare quanto Giga restano all’utente prima che diventi impossibile collegarsi alla rete di Google stessa.

Non è ben chiaro inoltre se gli utenti avranno poi la possibilità di poter pagare una somma di denaro aggiuntiva per poter avere altri Giga aggiuntivi per quanto riguarda la connessione al web.

Negli Stati Uniti i servizi offerti da Google come operatore telefonico potranno partire prima rispetto al suolo europeo, in quanto avendo la sede principale proprio negli Stati Uniti, è possibile che Google decida di effettuare anche dei test sul probabile successo che potrà ottenere come compagnia telefonica.

Google infatti potrebbe verificare il successo che ottiene una volta che il servizio, e dunque la trasformazione in compagnia telefonica a tutti gli effetti, volge al termine.

Bisogna sottolineare comunque che negli Stati Uniti i servizi offerti da Google saranno differenti: non si parla infatti solo di navigazione sul web sfruttando la compagnia telefonica sulla quale si appoggeranno le linee di Google, ma negli Stati Uniti sarà possibile effettuare anche delle telefonate vere e proprie ed inoltre mandare messaggi classici e multimediali agli altri utenti.

Anche in questo caso sorgono due dubbi che ancora ad oggi restano tali: non è chiaro se un utente, che sfrutterà questo servizio di Google, potrà effettuare delle telefonate o mandare messaggi anche ad altri gestori, ovvero se è possibile mandare un messaggio oppure effettuare una telefonata ad un numero Tim qualora il servizio di Google diverrà attivo anche sul suolo italiano, dopo che verrà provato nel resto del mondo.

Dubbi anche sui costi: non si è infatti mai parlato di eventuali promozioni come quelle che conoscono e sfruttano gli utenti coi loro operatori telefonici, e se il servizio offerto da Google permette agli utenti di effettuare telefonate gratuite oppure con un costo determinato sia per scatto alla risposta che per minuti di conversazione e per numero di messaggi inviati.

Tanti dubbi ancora che non sono stati chiariti col passare del tempo, e che probabilmente verranno svelati una volta che Google deciderà di attivare il servizio vero e proprio, sia negli Stati Uniti che in Europa e Italia.

Purtroppo vi è anche il dubbio relativo al quando Google deciderà di lanciare il servizio di telefonia vero e proprio. Sicuramente gli addetti del colosso del web stanno cercando di ridurre i tempi d’attesa, siglando definitivamente i rapporti commerciali con le varie compagnie telefoniche americane e presenti nel resto del mondo. 

Quando tali rapporti verranno siglati, Google dovrebbe svelare ogni dettaglio relativo a questo grande passo che sta per essere compiuto, visto che la stessa Google sarà la prima compagnia del web di grosso calibro a divenire anche una compagnia che permette agli utenti di poter effettuare telefonate, mandare messaggi ed effettuare la navigazione sul web sfruttando i Giga messi a disposizione della stessa Google.

Queste dunque sono tutte le informazioni che per ora è possibile conoscere di Google e del suo prossimo passo, ovvero quello che consiste nel trasformarsi da colosso del web a colosso inteso come compagnia telefonica, che sicuramente le permetterà di ottenere un grande vantaggio sui suoi diretti rivali.

Web Prato srl (c) 2002-2017 - Tutti i diritti riservati -- Sede Legale: Via Baracca 78, 59100 Prato (PO)
Sede Operativa Via Zarini 266, 59100 Prato - Codice fiscale/Partita IVA 01891850974 - Capitale Sociale € 10.000,00